C & C (compleanni e corsi)

AATC-banner


Riassunto breve

Sono un po’ più vecchio, sono un po’ più preparato tecnicamente, un signore americano mi ha aperto la testa e ci ha messo dentro semi di tutti i generi (di nuovo!), aiutato da un gruppo di gentaglia (italiana) poco raccomandabile. Il mondo corre sempre più veloce, per fortuna ho iniziato ad allenarmi e ho trovato una squadra in cui giocare composta da maratoneti che corrono alla velocità di un centometrista. Per tutta la maratona (!).

Spero che l’ultima frase resti valida nei lunghi anni a venire :-)

Riassunto lungo

Partiamo dalle cose meno importanti: il 1° Marzo, come tutti gli anni, io, mio fratello e mia zia abbiamo la brutta abitudine di compiere gli anni… Grazie a tutti per gli auguri! Tra telefonate, SMS, mail e Facebook siete stati più di 200 (ma dove ho conosciuto tutta questa gente che si ricorda anche del fatto che invecchio?!?). Ovviamente visto il mio copioso tempo libero ringrazio un mese abbondante dopo. Che chic (…)

Continuiamo con le cose DECISAMENTE più importanti: Dan Margulis è tornato in Italia e ha tenuto una classe AATC che ha fatto storia. Credo sia stato il miglior corso “breve” di formazione della mia vita.

Un report su come si è svolta la classe e di quali siano stati gli argomenti e le immagini “clou” lo trovate qui, scritto meglio di quanto sarei in grado di fare io.

Perciò salto a piè pari questa sezione e mi fiondo subito sulle mie consideraioni personali.

Una cosa che di solito passa in secondo piano, forse comprensibilmente visto che la gente di solito  non insegna in prima persona (e anche qui ci sarebbe da dirne…) è la didattica MOSTRUOSA di Dan.

Immaginatevi un signore americano, non più giovanissimo, che vi sovrasta con la sua mole e il suo vocione, mischiando italiano, inglese, spagnolo e chissà che altri linguaggi. Non sembra il prototipo del perfetto insegnante, messa così.

E invece lo è.

Sissignore, insieme a Tiziano Fruet è stato uno dei due migliori insegnanti che ho trovato nella mia vita. Riesce a stimolare il ragionamento, a portarti dove vuole lui e infine a guardarti con quello sguardo mentale di uno che davanti ad un panorma maestoso ti fa il sorrisetto furbo e bisbiglia: “Adesso hai capito?”.

E tu hai capito.

Nel giro di tre secondi un nuovo albero è cresciuto nel tuo giardino delle idee e chissà dove arriveranno i rami e le radici. Questioni vecchie di anni, idee abbozzate e dubbi vari ed eventuali si risolvono in un istante, con la stessa sensazione di quando finisci un puzzle da 10000 pezzi. è elettrizzante.

Conclusioni

Anche io voglio diventare così bravo a insegnare, e ci sto provando. State attenti.

Did you like this? Share it:

by MarcoD / aprile 5, 2011
categories: featured,Varie- tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

One Comment

  1. Fede scrive:

    Da breve esperienza personale… secondo me ci riesci.

Lascia un Commento